«Io Non Mi Inchino», da oggi in radio il nuovo singolo inedito

Da oggi, venerdì 22 aprile, «Io Non Mi Inchino», il nuovo singolo inedito de Le Rivoltelle, è in rotazione radiofonica e disponibile in digital download e su tutte le piattaforme streaming.

«Io Non Mi Inchino» nasce da un'idea del musicista polistrumentista Gaccione (all'anagrafe Vincenzo Angelo Gaccione), elaborata e sviluppata in testo e musica insieme a Le Rivoltelle. Racconta il sud con gli occhi disincantati di chi quel sud lo ha visto e subito sulla propria pelle, grazie alla rilettura dell’esperienza di Nicola Gratteri, procuratore della Repubblica di Catanzaro, da sempre in prima linea nella lotta ai soprusi e allo strapotere della mafia in Italia e nel mondo.

Le immagini evocate dal brano sono tutte calabresi e rimandano a quelle processioni religiose in cui ancora sopravvive l’usanza di inchinare le statue davanti alle case dei mafiosi locali. Da questo singolo episodio si sviluppa un testo di forte denuncia, soprattutto nei confronti dell’atteggiamento remissivo e indolente di chi non ha il coraggio e la forza di ribellarsi.

Il brano si avvale dei preziosi arragiamenti di G. V. Pirazzoli e F. Comunale, ed è prodotto ed edito da Cristiani Music Italy.

Ad accompagnare il singolo «Io Non Mi Inchino», uscirà prossimamente anche un videoclip. Il concept è stato creato da una brillante regista italiana, Livia Alcalde Patanè, che attraverso un cambio di prospettiva ha incarnato il testo del brano e creato un'armonia perfetta tra immagini e parole. Il punto focale è lo sguardo dei bambini, attori protagonisti insieme alla band di una narrazione in bianco nero e dal sapore retrò, in cui sguardi dolci e innocenti si mescolano ad atteggiamenti e comportamenti tipicamente mafiosi. Il finale esprime un messaggio di speranza: che i bambini possano con la loro purezza primordiale salvarci da certi orrori e brutture della vita.

CREDITS:

Testo di: V. Gaccione – E. Palermo
Musica di: V. Gaccione – E. Palermo – G. V. Pirazzoli – F. Comunale
Arrangiamenti: G. V. Pirazzoli – F. Comunale
Direzione Artistica: G. V. Pirazzoli per Highlights
Registrato da: Simone Satta e Luca Fresu
Studio: Diapason Recording – RM
Mixato da:  Nino Iorio
Mastering:  Sterling Sound – NY
Prodotto da: Mimmo Cristiani per Cristiani Music Italy
Personal Manager: Daniela Tripodi
©2016 CRISTIANI s.r.l.

 

Io non mi inchino (Testo)

Io non mi inchino
Passo le notti a studiare le mie carte
Intrecci loschi e soldi sporchi da seguire
E rotte non convenzionali.

Non faccio inchini
Se non per allacciare le mie scarpe
E sono figlio di comuni contadini
Di stenti e di valori morali.

Terra martoriata ed affossata dai silenzi di chi ascolta ma non sente
Terra di santi in processione di soste obbligatorie
Non calcolate.

Acqua santissima e tra silenzi e assoluzioni,
benedizioni secolari, inchini nelle processioni

e sarà bellissimo,
fermarsi e poter gridare
in una terra ripulita dai poteri
sarà un futuro eccezionale

Io resto in piedi
E non mi piego alla paura e alla stupidità
Di chi contratta un posto pure al funerale
Di chi ha paura di restare

E resto in piedi
e guardo in faccia chi ha sputato sul mio nome
Chi ha fatto a pezzi il ricordo di mio padre
Ed ora piange in processione

E sarà bellissimo
fermarsi e poter gridare
Sarà un futuro eccezionale.

(Recitato) Io non mi inchino e con la rabbia che mi porto dentro io ti uccido,
e non ti ammazzo con le mani ma con le parole,
le ultime degli uomini che hai seppellito.
Povero te non sai che la vendetta non usa più il coltello o la pistola
ma la testa di chi ama e di chi ragiona...

Io Non Mi Inchino!