Lì dove il mare luccica...

Arriviamo a Sorrento in un caldissimo pomeriggio di luglio. Il luogo è incantevole, un leggero vento che profuma di mare inebria tutto intorno e sembra di essere arrivate in un luogo che non ha nè tempo nè spazio. L'orchestra già suona e guidata dalle mani esperte del maestro Vince Tempera si forma un ensamble di musica e poesia. Il palco è grande, le luci sono tante da poter illuminare una città intera.

È una prima serata su Rai 1 (andrà in onda il 14 luglio alle ore 21,10)  ma ancora non c'è nessuna paura, ancora c'è il mare che si sa, guarisce tutto. Da una gigantesca regia le mani si agitano sui mixer ed è quasi tutto pronto per registrare. Presentiamo un pezzo di Bixio cantato tanto tempo fa dal tenore Claudio Buti, ma anche da Claudio Villla: Vivere. Ora la tensione c'è ma c'è anche la voglia di esibirsi, di far conoscere quello che era un brano di musica italiana dei primi del novecento e che oggi è una canzone rock.

“Vivere senza malinconia, vivere senza più gelosia” ha una sapore antico ma potrebbe benissimo essere il refrain di una canzone di oggi. Saliamo sul palco e imbracciamo gli strumenti: siamo pronte a urlare, ancora una volta, la rabbia del nostro sud. Mentre cantiamo un pensiero va a Lucio Dalla, perché anche a lui è giustamente dedicata la manifestazione. Riecheggiano le parole di Caruso con una tale leggerezza e intensità da far commuovere chiunque.

Ad omaggiarlo ci sono tanti e grandi artisti italiani ed internazionali. Noa, Fiorella Mannoia, gli Stadio, Manuela Villa e le Sorelle Marinetti. E queste ultime si crea subito un legame speciale: ci si incontra per caso, ci si riconosce per estro ci si innamora per genialità. Arriva la sera e tutto diventa magico. Qualcuno si riscalda la voce, Noa, qualcuno fuma una sigaretta, Pierdavide Carone, qualcuno pensa alla strada percorsa prima di arrivare su Rai 1, noi che con il cuore pieno di musica non vediamo l'ora di salire sul palco. Prima di tutto, poche parole della produttrice della manifestazione, Vittoria Cappelli, donna piena di charme e di fascino che accoglie tutti nel suo sguardo dolce ma deciso. È ora. Un cenno di intesa con il nostro produttore Mimmo Cristiani, sempre vicino a noi, ed un sorriso di Daniela Tripodi... non c'è bisogno di altro. Se il tempo si fosse fermato in quell'istante sarebbe rimasto per sempre un quadro perfetto.