Le rocker e l'étoile insieme contro l'anoressia

Testata: La Gazzetta del Sud
Pubblicato il: 06-10-2012
Autore: Luigi Carbone 

Come un megafono, la musica amplifica le voci coperte dal silenzio di una fumosa convenienza. Da oggi, in tutte le radio, arriva Taglia 38", la canzone-denuncia delle Rivoltelle, gruppo rock calabrese tutto al femminile ormai riconosciuto tra le novità più interessanti degli ultimi tempi.

Le quattro ragazze, con basso, chitarra e batteria, amplificano la voce troppo presto attutita dal silenzio mediatico, di Maria Francesca Garritano, nome d'arte Mary Garrett, etoille cosentina che ha denunciato il dilagare di casi di anoressia nel mondo della danza classica, virus che avrebbe contagiato anche il tempio sacro della danza italiana, la Scala di Milano. In giro c'è già video ufficiale, basta fare un giro su Facebook o Youtube per vederlo. Al look punk-glam del gruppo fa da contrasto uno sfondo volutamente grigio e polveroso, le immagini delle quattro rocker si alternano con quelle di Maria Francesca Garritano. Una perfetta contaminazione artistica per parlare di anoressia e bulimia, per arrivare con la musica, attraverso le cuffiette di un I-pod, alle orecchie delle tante ragazze che sognano di essere sottopeso per entrare in un tubino sexy, e non si accorgono di avere intrapreso un percorso oscuro e pericoloso, in molti casi perfino letale. Vale ancora il messaggio in codice degli U2: «Rock'non'roll stops traffics, con il rock si può fare tanto, anche aprire gli occhi. «

 

Categoria: